top of page
© Copyright

L'autorizzazione della farmacia documenti ed iter

Come compilare una Istanza di autorizzazione per l'apertura della farmacia


L’istanza per il rilascio della autorizzazione va presentata dopo aver completato un determinato iter.


Ricordiamo infatti che i requisiti di autorizzazione sono differenti ai requisiti di partecipazioni ai concorsi, e che i secondi, (i requisiti di partecipazione) hanno una diretta conseguenza su quelli di autorizzazione sebbene collocati prioritariamente a livello temporale. Basti pensare che per poter avviare la pratica di autorizzazione bisogna aver superato lo scoglio della partecipazione al concorso.


Ecco quindi che per l'autorizzazione della farmacia è necessario:


1) aver già costituito la società o registrato l’impresa individuale;

b) avere la disponibilità dei locali

ritenuti idonei per l’ispezione del Servizio Igiene della ASL (ispezione pre apertura) e della relativa documentazione tecnica richiesta (planimetria, dichiarazioni di conformità, agibilità, etc);


c) aver eliminato le cause di incompatibilità

ove esistenti quali ad esempio la presentazione delle dimissioni, rinuncia alla titolarità della farmacia rurale etc. Tale passaggio distingue la fase dei requisiti di partecipazione dai requisiti di autorizzazione ed infatti solo eliminando le cause di incompatibilità (legge 362/1991 articoli 7 ed 8 ed articolo 112 del Testo Unico) si potrà ottenere una autorizzazione.


d) aver compilato tutta la documentazione richiesta

Come da normativa vigente, una volta presentata l’istanza e la documentazione allegata (che deve essere completa e corretta), il provvedimento di autorizzazione sarà rilasciato entro trenta giorni.


Ecco quindi a titolo esemplificativo raccogliendo le indicazioni delle varie ASL la documentazione da trasmettere:

L'autorizzazione della farmacia documenti ed iter


1)Istanza di autorizzazione (in bollo).


2) Dichiarazione sostitutiva di certificazione, art. 46 D.P.R. 445/2000 e s.m.i., (se società, per ogni socio) comprovante la cittadinanza, l’iscrizione all’Albo Provinciale dei Farmacisti con estremi di laurea e abilitazione.


3) Dichiarazione sostitutiva di certificazione, art. 46 D.P.R. 445/2000 e s.m.i., comprovante la propria posizione nei confronti del casellario giudiziale e carichi pendenti.


4) Dichiarazione sostitutiva di certificazione antimafia, (se società per ogni socio).


5) Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, art. 47 D.P.R. 445/2000 e s.m.i. (se società, per ogni socio)


Per quel che riguarda le incompatibilità devono essere risolte al momento della

presentazione dell’istanza per il rilascio del provvedimento di autorizzazione all’apertura quindi PRIMA della richiesta, in quanto se tale incompatibilità venisse riscontrata successivamente alla richiesta dell'autorizzazione si andrebbe incontro ad un provvedimento di decadenza dell'autorizzazione (art. 21 novies Legge 241/1990)


A titolo meramente esemplificativo la dichiarazione consiste nella


“di essere titolare della farmacia rurale ed allego a proposito la comunicazione di rinuncia alla titolarità comprensiva della data di decorrenza inoltrata all’Aulss di appartenenza ed al Prefetto."


sulle conseguenze in tema di incompatibilità leggi pure




6) Nomina, di comune accordo tra i soci, del Direttore responsabile della Farmacia (solo per società in quanto il farmacista titolare individuale potrà essere direttore di diritto.


7) In caso di società, copia conforme, in marca da bollo da 16 euro, dell’ atto notarile, riportante gli estremi di registrazione, di costituzione di società di persone/capitali


8) Copia della visura camerale o dichiarazione sostitutiva di iscrizione alla Camera di Commercio;



9) Pianta dei nuovi locali della farmacia in scala 1:100 (in formato A3/A4) con planimetria

corredata di suddivisione interna dei locali, con indicazione della destinazione d’uso degli spazi, nonché degli arredi previsti, timbrata e firmata in originale da un professionista abilitato.


10) Documentazione attestante l’agibilità dei nuovi locali rilasciata dal Comune di pertinenza o documentazione sostitutiva a norma di legge.


11) Certificato di collaudo funzionale dell’impianto di ventilazione forzata (se presente) redatto da un tecnico abilitato, mirante a verificare i requisiti previsti dalle norme U.N.I. 10339 e per quanto attiene ad eventuali parametri non ricompresi, a quanto disposto dalla Circ. Reg. n. 13/97.


12) Dichiarazione di conformità dell’impianto elettrico e idro-termosanitario alla regola dell’arte.


13) Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà attestante la durata mensile di utilizzo del laboratorio galenico sottoscritta dal Titolare/Direttore responsabile della farmacia.


14) Certificazione relativa ai requisiti di lavabilità/disinfettabilità della tinteggiatura utilizzata (norma U.N.I. 11021).


15) Comunicazione del nominativo dell’intestatario del conto corrente, indicazione dell’ istituto bancario (filiale/agenzia/città) e dell’IBAN (per gli accrediti mensili della farmaceutica convenzionata, assistenza integrativa regionale, servizio distribuzione per conto), indirizzo mail, pec e n. di telefono della farmacia.



L'autorizzazione della farmacia documenti ed iter
L'autorizzazione della farmacia documenti ed iter

L'autorizzazione della farmacia documenti ed iter


16) Comunicazione a firma del Titolare/Direttore responsabile delle generalità dei collaboratori farmacisti presenti durante l’attività lavorativa in farmacia.


17) Copia fotostatica di un documento di identità in corso di validità e del codice fiscale (se società,per ogni socio).


18) N. 1 registro stupefacenti conforme al modello approvato con D.M. del 20.04.1976, per la vidimazione.


19) Proposta di articolazione orario obbligatorio della farmacia ed eventuale ampliamento facoltativo.


trattasi di elenco esemplificativo, rivolgersi alla ASL di competenza per quello specifico di competenza.



Avv. Aldo Lucarelli

45 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments